Progetto editoriale ed espositivo Mondadori

Site auf Deutsch Site in English

Virgilio Patarini

Gli alberi di Gaetano Fiore sono autentiche epifanie. Si manifestano allo sguardo del fruitore come presenze allusive, evocative, affiorando come macchie d'ombra o sagome di luce dalla superficie monocroma e vibrante di un quadro alla Mark Rothko. In quelle ampie campiture di colore intenso (blu, viola, rosso) la presenza di tali silhouettes assume immediatamente i caratteri di un elemento straniante e, soprattutto, non figurativo: il contesto è tale da influenzare nettamente non solo la percezione delle forme, ma anche e soprattutto la loro lettura, la loro possibile interpretazione. E poi c'è la faccenda del quadrato. Quasi sempre i quadri degli ultimissimi anni dell'artista di San Giorgio a Cremano sono quadrati. E quando non lo sono, al loro interno si staglia comunque un quadrato. E la figura dipinta, l'albero o l'intreccio di alberi, campeggia al centro della scena (quadrata) come un'apparizione metafisica, qualcosa di mentale, qualcosa di sinteticamente astratto. E la sequenza di quadri, di alberi metafisici inscritti in quadrati di puro colore, assume il valore di una ricerca concettuale sul rapporto tra il soggetto e il mondo circostante (vedi il polittico “Dimora di alberi”), tra un soggetto e un altro soggetto (vedi “Coppia di alberi” e “Alberi trasparenti”), e tra diversi soggetti (vedi “Cattedrale di alberi”, “Paesaggio con forme libere”, “Il grande bosco, e “Tronchi bianchi”). Gli alberi di Gaetano Fiore siamo noi. Attraverso quello che T.S. Eliot (e Montale con lui) avrebbe chiamato un “correlativo oggettivo” Gaetano Fiore ci racconta l'essenza dell'uomo, “sub specie aeternitatis”. Il suo rapporto col mondo circostante, con l'altro, con gli altri, le possibilità del convivere civile. L'albero è l'uomo. E il bosco è la società umana: l'intrecciarsi di relazioni, lo stare accanto, l'affondare le radici nella stessa terra, lo stagliarsi nello stesso cielo.

Virgilio Patarini, maggio 2010 (Progetto editoriale ed espositivo Mondadori Post-Avanguardia)

Torna a Giudizi Critici.

© 2007-2019 Gaetano Fiore. Tutti i diritti riservati.